fbpx

taille ovale de diamant

Al pari del diamante, le pietre colorate possono essere classificate con il metodo delle 4C : Colore (Color), Purezza (Clarity), Taglio (Cut) e Peso in carati (Carat weight).

Non esiste invece fino ad oggi nessun listino prezzi che consente di determinare il valore esatto di una pietra. Infatti, solo il diamante ha una quotazione mensile in dollari (listino Rapaport). Pertanto vi presentiamo alcune regole di base che consentono di farsi un’idea sulla qualità di una pietra. Il valore viene definito dal mercato.pietre colorate : rubino, zaffiro, smeraldo

1. Il colore di una pietra

Questo è di gran lunga il fattore più importante e il più difficile da controllare.

Infatti, una leggera differenza di colore o di saturazione del colore può far aumentare significativamente il valore di una pietra. Il colore sviene descritto secondo tre criteri :

  • La gradazione
  • Il tono
  • La saturazione

 

a. La gradazione :

Si tratta dell’impressione primaria del colore, ovvero :

– i colori primari : giallo, blu e rosso.

– i colori complementari : arancione, verde, viola.

Vedi il cerchio cromatico sottostante :

cerchio cromatico

Esempio : Possiamo definire il verde in 3 modi : verde bluastro / verde / verde giallastro .

 

b. Il tono del colore :

Classificato da 1 a 10, un colore può variare da molto chiaro a molto scuro : il numero 1 è trasparente (bianco), il numero 10 è nero. Nel mondo delle pietre colorate, generalmente vengono usati i toni da 2 a 8, cioè da “molto chiaro” a “molto scuro”.

 

intensità delle pietre colorate

 

c. La saturazione del colore :

Da bassa e intensa, saturazione descrive l’intensità del colore :

 

saturazione delle pietre colorate

 

Conclusione : Ogni pietra ha la sua gamma di gradazione, saturazione e tono. In questa gamma, solo una piccola parte è considerata (dal mercato) come il colore più bello. Questa piccola parte corrisponderà al prezzo più alto per la pietra in questo colore. Di conseguenza, più ci si allontana da questa gamma, sia per uno dei tre criteri che per tutti e tre allo stesso tempo, il prezzo scenderà.

 

gradazione, saturazione e tono delle pietre colorate

 

Il nostro consiglio : Quando scegliete una pietra, andate soprattutto sul colore che più vi piace, anche a costo di fare concessioni sulla purezza o sul peso.

 

2. La purezza di una pietra colorata

Per loro natura, alcune materie sono naturalmente più pure di altre. Quando si sceglie, è opportuno indagare sul tipo di purezza della materia e capire se la pietra osservata rientra nella norma o se contiene più inclusioni di quanto dovrebbe.

Possiamo suddividere le pietre in 3 classi :

  • Spesso senza inclusioni : Tipo 1.
  • Generalmente incluse : Tipo 2.
  • Quasi sempre incluse : Tipo 3.

 

analogia tra pietre preziose e pietre fini

 

Conclusione : Il valore di una pietra varia in funzione della sua classifica rispetto al suo tipo: uno smeraldo purissimo avrà un prezzo più elevato in quanto è molto raro trovare questa materia così pulita (tipo 3 nella classifica).

 

Quando scegliete :

Evitate le pietre con inclusioni che si trovano nell’area interessata dall’incastonatura, poiché queste inclusioni spesso rappresentano un rischio di frattura.
Una pietra senza alcuna inclusione è spesso una pietra sintetica o un’imitazione.
Una pietra è valutabile anche attraverso la forma e la natura delle inclusioni.

 

3. Il taglio : un criterio spesso trascurato

 

taglio - le proporzioni di una pietra preziosa

 

Le proporzioni di una pietra :

Si intende per proporzione la bellezza della forma della pietra, cioè la sua forma esterna e la facilità con cui la pietra può essere montata (incastonata). Di conseguenza :

 

a. Forma esterna :

  • Simmetria della forma :

Il rotondo è realmente rotondo ? L’ovale è deformato ?, ecc.

 

simmetria della forma di una pietra colorata

 

  • Rapporto lunghezza / larghezza :

 

schema rappresentativo delle sfaccettature di una pietra arrotondata (ovale, rotonda, a cuore, a goccia, marquise)schema rappresentativo delle sfaccettature di una pietra a 4 lati (a smeraldo, princess, cuscino, asscher)

rapporto della forma ideale di una pietra

 

Il nostro consiglio : evitare le forme antiestetiche !

 

b. Il rapporto tra lo spessore della corona e la profondità del padiglione :

Un rapporto di 1:3 è preferibile (vale a dire : 1 mm per la corona / parte superiore e 3mm per il padiglione / parte inferiore).

Il nostro consiglio : Fate sempre molta attenzione a non avere una profondità della testa del padiglione troppo piccola: infatti un angolo di padiglione inferiore a 42 gradi (in generale) impedirà alla luce di riflettersi e quindi di dare brillantezza. Un angolo del padiglione tra 65 e 42 gradi è accettabile.

Padiglione molto spesso: si rischia di avere un gioiello molto alto + peso della pietra troppo elevato rispetto alle sue dimensioni. Non dimenticate mai che una pietra si acquista a peso (carati).

 

c. La tavola :

La larghezza della tavola rispetto alla larghezza della pietra.

Un rapporto dal 35% al 65 per cento rappresenta i limiti accettabili.

Rapporto = (larghezza della tavola / larghezza della pietra) x 100 = percentuale

 

Esempio :

Larghezza della tavola = 5mm ;

Larghezza della pietra = 10mm

Rapporto = (5mm / 10mm) x 100 = 50%.

 

Il nostro consiglio : la tavola è il lucernario della vostra pietra. Bisogna dedicargli un’attenzione particolare.

 

d. Il padiglione disallineato :

 

disallineamento padiglione pietra colorata

 

L’arte lapidaria e senza dubbio uno degli aspetti più difficili della nostra professione di tagliatori : il posizionamento del colore nel padiglione della pietra.

In particolare le gemme che hanno :

  • aree di colori
  • diversi colori o toni di colore in funzione dell’asse in cui guardiamo la pietra (pleocroismo). È il caso dei corindoni (zaffiro, rubino, zaffiri colorati), dei quarzi (citrino, ametista, quarzo affumicato, …), delle tormaline e di molti altri.

Spesso in queste pietre la punta o l’intero padiglione si presentano disallineati.

Questo fenomeno è una scelta del gioielliere che avrà :

  • Favorito un’area della pietra più colorata, dunque più “interessante commercialmente “, al fine di distribuire questo colore nell’insieme della pietra (riflessione / rifrazione / pleocroismo)
  • Rimosso un’ inclusione troppo appariscente nel cristallo
  • E talvolta ottimizzato la forma della pietra grezza per perdere il meno peso possibile col taglio.

 

Il nostro consiglio : Come gioiellieri possiamo solo invocare l’indulgenza del potenziale acquirente. La possibilità di far emergere il colore migliore, senza con questo perdere troppo peso, è il minimo che possiamo offrire per questi cristalli millenari. Tuttavia, un bel colore senza brillantezza ha molto meno fascino di una pietra con un colore po’ meno bello, ma che brilla di mille luci. Il disallineamento del padiglione incide direttamente sulla brillantezza della vostra pietra. Tutta l’arte del gioielliere consiste nel giusto equilibrio tra i suddetti criteri.

 

4. Il peso di una pietra colorata

È un criterio puramente commerciale.
Le pietre sono vendute a carati (1 carato = 0,2 grammi).
Più la pietra è pesante, più il suo prezzo al carato è alto.

Ad esempio : uno zaffiro di 2,00 carati vale al carato meno di uno zaffiro di 3,00 carati.

A partire da un certo peso, alcune pietre delle più belle qualità stanno diventando rare e quindi il loro prezzo aumenta in modo esponenziale.

Ad esempio, un bellissimo rubino di 1,5 carati può valere 1.000 euro al carato mentre un 6 carati non riscaldato, birmano, supererà facilmente i 15.000 euro al carato, se non i 150.000 euro.
Per terminare questa introduzione alla scelta di una pietra, il nostro miglior consiglio è : prendete tutto il tempo necessario, fidatevi del vostro gusto, non esitate a chiedere il “certificato gemmologico” di un laboratorio indipendente e soprattutto, confrontate.

 

Siamo a vostra disposizione per qualsiasi ulteriore domanda e spiegazione.

 

Per maggiori informazioni sul trattamento delle Gemme

Enregistrer

Enregistrer

Consigli per la scelta di un diamante

Scoprite le caratteristiche del diamante che permettono di valutarne il valore al prezzo di mercato attuale e informatevi sulle precauzioni da adottare al momento dell’acquisto.

L’équipe di Diamant-Gems vi consiglia e vi accompagna nella scelta della vostra pietra perché possiate trovare quella che più vi si addice !

diamante rotondo
DIAMANT GEMS Diamantaire Paris et Anvers.