fbpx
pictogramme de diamant

La sorprendente storia del diamante Orloff

Diamante Orloff

Il diamante Orloff che attualmente è esposto alla Fondazione del diamante al Cremlino, è montato sullo scettro imperiale di Russia. Pesa 193 carati e presenta la forma e le proporzioni di un mezzo uovo di gallina.

Per molto tempo alcuni storici e gemmologi hanno sostenuto che questo diamante fosse una parte del Gran Mogol, che scomparve dopo il saccheggio di Delhi nel 1739. Tuttavia, oggi è chiaro che questi due diamanti hanno origini ben distinte.

La sua storia comincerebbero quindi in India dove un granatiere francese, che aveva disertato per fare fortuna, arrivò nella città di Srinagar. Qui apprende che la statua della dea locale possiede due importanti diamanti al posto degli occhi. La sua “conversione” all’induismo avviene dunque in maniera folgorante. Conquista rapidamente la fiducia degli altri fedeli e ciò gli consente di introdursi nel tempio e quindi di sostituire il diamante.

Fugge poi a Madras, dove vende la pietra ad un capitano di nave. Il diamante viene finalmente ceduto a un mercante persiano che cerca disperatamente di venderlo fino al giorno in cui incontra il principe Grigori Grigorievich Orlov, il favorito della zarina Caterina di Russia, il quale avrebbe acquistato il diamante per la somma di 400.000 fiorini (450.000 $).

Questi offre alla zarina la pietra nella speranza di riguadagnare i suoi favori dopo le sue molte avventure, ma invano. Il diamante piacque tuttavia enormemente a Caterina che lo fece montare sullo scettro imperiale.
Questo gioiello è sempre visibile a Mosca.

DIAMANT GEMS Diamantaire Paris et Anvers.